Il Missouri Department of Transportation (MoDOT) ha stretto un accordo con la start up dell’Idaho Solar Roadways per l’installazione di pannelli solari su una sezione della storica Route 66.

La start up è nata con l’idea di generare energia rinnovabile  da superfici percorribili a piedi o con mezzi di trasporto quali pavimentazioni stradali, marciapiedi, parcheggi, piste ciclabili e vialetti di giardini.

I singoli pannelli solari di forma esagonale, progettati dalla stessa Solar Roadways, coprono un’area di circa 0.4 mq e possono essere equipaggiati con dispositivi led incorporati in modo da creare segnaletica orizzontale luminosa. Ogni pannello può generare una potenza variabile tra i 36 e i 48 watt, come da misure effettuate nelle precedenti sperimentazioni messe in campo dalla società.

La quantità di energia prodotta dipenderà ovviamente dalle condizioni di irraggiamento solare della superficie, dalle condizioni di ombreggiatura della zona e dal periodo dell’anno (durata del giorno e fattori climatici).

L’accordo tra la start up e il MoDOT mira all’installazione dei primi pannelli entro la fine dell’anno sul primo tratto di studio, che si troverà in corrispondenza del Route 66 Welcome Center a Conway, in Missouri.

 

Per approfondimenti:

articolo su Repubblica

articolo su Ingegneri.info